SENZA COSCIENZA

SENZA VERGOGNA

RIPRENDIAMOCILITALIA  VIA RIMASSA 70/4    CELL. 339 7518137

Se sei qui è evidente che apprezzi ciò che facciamo. Un numero sempre più grande di persone visita il nostro sito e ci segue su whatsapp. Facciamo ciò perchè tutti i cittadini devono poter ricevere un’informazione di quanto sta realmente accadendo e che i politici cercano di censurare in tutti i modi con la scusa di bufale. Quanto offriamo richiede tempo e denaro ma non vogliamo inserire pubblicità che infastidisce durante la lettura ma in qualche modo dobbiamo coprire i costi. Per questo se ci segui e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro con un piccolo contributo che con certezza saprai verrà veramente utilizzato per il motivo che li hai versati e non come le donazioni tramite sms per i terremotati finiti nella tasche dei furbetti.

  • IT08P0200801454000102000343
  • C.N.M. DI ANNA MASSONE

Grazie,
Anna Massone

PROGRAMMA POLITICO X DARGLI IL NOSTRO VOTO

Ricordate che sono nostri dipendenti.

Noi siamo l’azienda che ha dato loro il posto di lavoro.

  • 1.Stipendio dei politici (governo – regione – comune - etc) portati in linea con quelli dei comuni cittadini ed in base al tipo di lavoro svolto
  • 2.Pensioni equiparate a quelle dei comuni cittadini
  • 3.Nessun tipo di privilegio ma solo i rimborsi per l’effettivo necessario lavoro fatto per svolgere il proprio compito
  • 4.Pubblicazione on-line degli stipendi e realtive dichiarazioni dei redditi.
  • 5.Indagare sulle associazioni dei consumatori per i fatti già segnalati
  • 6.Vietare ai rappresentanti delle associazioni consumatori di far parte di liste elettorali (vietando il giochetto di dimettersi per candidarsi per rientrare a fine elezioni)
  • 7.Aumento delle pensioni ai cittadini
  • 8.Pubblicare voce per voce in modo trasparente tutte le entrate nelle casse dello stato/regioni/comuni al fine di poter controllare che vengano utilizzati per i servizi che devono essere dati ai cittadini
  • 9.Pubblicare tutti gli appalti con relativi dettagli ed importi
  • 10.Riduzione delle tasse al 15%
  • 11.Abolire la tassa di successione
  • 12.Abolire l’imposta di registro
  • 13.Farmaci e cure gratuiti per tutti
  • 14.Controllo sullo svolgimento del lavoro da parte di tutti a partire dai giudici – avvocati – medici – fino ad arrivare agli spazzini
  • 15.Sicurezza sul lavoro
  • 16.Controllo sugli impianti nelle case
  • 17.Sicurezza nelle strade ed in casa propria
  • 18.Certezza della pena
  • 19.Pene pesantissime per chi delinque
  • 20.Pene pesantissime ai magistrati che sbagliano, che sono  corrotti o semplicemente che non adempiono seriamente al loro lavoro di indagine classificando spesso le pratiche come contro ignoti mentre invece sono riportati esplicitamente i dati della persona querelata
  • 21.Idem per gli avvocati ed i periti del tribunale
  • 22.Lotta agli immigrati per farli restare e/o tornare nei loro paesi  

Non si può pretendere che un extracomunitario sappia che non si può violentare una donna in spiaggia (e altrove si???) ....Ma la signora sa quello che dice o......

Alla Orlandi quasi 240 mila euro di stipendio all’anno per mandarci il 730 a casa

ECONOMIA, NEWS 

orlandi

Rossella Orlandi, direttore dell’Agenzia delle Entrate (allieva dell’inventore di Equitalia Vincenzo Visco), Lo stipendio da direttore dell’Agenzia è quello imposto per legge di 240.000 euro lordi l’anno, più immobili “ricevuti in eredità”. Sono molto contenta del mio lavoro. Già ad aprile del 2015

prev next

Antitrust, multa da 9 milioni a 5 compagnie telefoniche

CRONACA

ADNKronos

Antitrust, multa da 9 milioni a 5 compagnie telefoniche

Pubblicato il: 19/07/2017 09:58

Una multa da 9 milioni di euro per le compagnie telefoniche che operano sul territorio nazionale. In linea con quanto stabilito dal rapporto 2017 dell'Agcom - che ha individuato una serie di sofferenze subite nell'ultimo anno dagli utenti telefonici - l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha irrogato sanzioni ai principali operatori telefonici ( Telecom, Vodafone, Wind, Fastweb e Tiscali) per aver adottato "condotte illecite in violazione delle norme del codice del consumo di recepimento della consumer rights, nell'ambito della commercializzazione a distanza, online o al telefono, o fuori dei locali commerciali (presso gli stand ad esempio) di servizi di telefonia fissa e/o mobile".

"I casi - spiega l'Antitrust - riguardano principalmente la prassi seguita dagli operatori del settore di dare inizio all'esecuzione del contratto, procedendo all'avvio del processo di attivazione della linea e/o di migrazione da altro operatore, durante la pendenza del termine di 14 giorni previsto per esercitare il diritto di recesso (c.d. periodo di ripensamento) senza acquisire un'espressa richiesta in tal senso da parte del consumatore". Al contrario, "il codice del consumo - continua l'Autorità - prevede che l'esecuzione del contratto durante il periodo di recesso sia sottratta alla sfera decisionale delle aziende, disciplinandola come una opzione rimessa alla decisione del solo consumatore che, qualora interessato, dovrà farne espressa richiesta, senza che la conclusione del contratto possa in alcun modo essere condizionata dall’assenza di tale volontà".

Secondo l'Antitrust sono almeno tre le condotte illecite messe in atto dagli operatori telefonici: 1) "l'assenza dell'informativa richiesta dal codice del consumo, nel sito web e nelle condizioni generali di contratto, sia in merito al regime dei costi praticato nel caso di esecuzione anticipata del contratto e di successivo recesso del consumatore, sia in merito alla circostanza che eventuali costi sono dovuti solo nel caso in cui l'anticipazione sia stata espressamente richiesta dal consumatore"; 2) "la conclusione di contratti online, al telefono o fuori dei locali commerciali procedendo all'avvio delle c.d. procedure di provisioning di attivazione di una nuova linea fissa o di migrazione da altro operatore in assenza dell'autonoma richiesta esplicita del consumatore prevista dalla normativa e, in ogni caso, senza metterlo nella condizione di poter liberamente scegliere tale opzione e di poter concludere il contratto a distanza o fuori dei locali commerciali in assenza di tale volontà"; 3) "in caso di esercizio del diritto di ripensamento, l'addebito o la previsione di costi non dovuti in assenza della predetta informativa e/o della richiesta esplicita".

Inoltre, "nei confronti di alcuni operatori - spiega l'Autorità - sono state accertate ulteriori condotte in violazione delle norme consumer rights. Per quanto riguarda Tiscali, l'Autorità ha accertato, in linea con i precedenti, la non conformità delle procedure di teleselling rispetto a quanto stabilito dalla disciplina. Nei confronti di Wind e Fastweb, è stata rilevata l’illiceità di condotte essenzialmente consistenti nel non far decorrere il termine per l’esercizio del diritto di ripensamento dalla proposta di concludere il contratto rivolta dai consumatori agli operatori".

tel. 339 7518137  010 5958259 

Ci scusiamo per il disagio di questi mesi ma VODAFONE ci aveva creato un enorme danno col rischio di farci perdere il numero storico.

Come a molti altri utenti, ha impedito la migrazione del numero storico al nuovo gestore da noi scelto PosteMobile (come non l'aveva migrato a Telecom, H3G e Wind in precedenza).

Dopo averli diffidati per appropriazione indebita, hanno reso il numero a TELECOM che ha ripristinato immediatamente il collegamento.

Ora paghiamo in totale 37 EURO A BIMESTRE ivati con voce - internet fibra (velocità 100 Mg) -  cellulare - tutto senza limiti contro i 180 euro che pagavamo con Vodafone

*Paghi le tasse ???* 

Leggi un po' questo: RIVOLTA ARMATA. ITALIANI È L'ORA!

*PRIVILEGI DEI PARLAMENTARI*

Sull'Espresso di qualche tempo fa c'era un articoletto che spiegava che il Parlamento aveva votato all'UNANIMITA' e senza astenuti (ma và?!) un aumento di stipendio per i parlamentari pari a circa 1.135€ al mese.

Inoltre la mozione é stata camuffata in modo tale da non risultare nei verbali ufficiali.

STIPENDIO: 19.150€ AL MESE;

PORTABORSE: circa 4.030€ al mese (generalmente parente o familiare);

RIMBORSO SPESE AFFITTO: circa 2.900€ al mese;

INDENNITA' DI CARICA: (da 335€ circa a 6.455€);

TUTTI ESENTI DA TASSE

più

TELEFONO CELLULARE: gratis;

TESSERA DEL CINEMA: gratis;

TESSERA TEATRO: gratis;

TESSERA AUTOBUS gratis;

METROPOLITANA: gratis;

FRANCOBOLLI: gratis;

VIAGGI AEREO NAZIONALI: gratis;

PEDAGGI AUTOSTRADE: gratis;

PISCINE E PALESTRE: gratis;

FERROVIE DI STATO: gratis;

AEREO DI STATO: gratis;

AMBASCIATE: gratis;

CLINICHE: gratis;

ASSICURAZIONE INFORTUNI: gratis;

ASSICURAZIONE MORTE: gratis;

AUTO BLU CON AUTISTA: gratis;

RISTORANTE: gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per 1.472.000€).

INOLTRE: Intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione dopo 35 mesi in parlamento mentre obbligano i cittadini a oltre 40 anni di contributi ( per ora!!!);

Circa 103.000€ li incassano con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della Camera. (Es: hanno a disposizione e gratis un ufficio, una segretaria, l'auto blu ed una scorta sempre al loro servizio);

La classe politica ha causato al paese un danno di 1 MILIARDO e 255 MILIONI di EURO.

La sola camera dei deputati costa al cittadino 2.215€ al MINUTO !! 

Far circolare....... promoviamo un referendum per l' abolizione dei privilegi di tutti i parlamentari e di tutti i consiglieri regionali............ queste informazioni possono essere lette solo attraverso Internet in quanto quasi tutti i massmedia rifiutano di portarle a conoscenza degli italiani......

*PER FAVORE CONTINUARE LA CATENA !!!*

Approvato e pubblicato sulla gazzetta uff. Il decreto Lorenzin sui vaccini. C'è  una scappatoia per non farli fare. Comunicalo a più genitori che puoi:

Per chi ha figli con problemi e non vuole vaccinarli per tutto:

Fatta la legge trovato l'inganno.

Come genitore dovete dichiararvi totalmente a favore delle vaccinazioni ma basta che vi rifiutate di firmare la liberatoria (non siete medici, non conoscete gli effetti dei vaccini, non spetta a voi firmarla) per far andare in tilt il sistema.

Nessun operatore si prenderà la briga di vaccinare i vostri figli e nessun giudice potrà condannarvi in quanto voi vi dichiarate a favore dei vaccini e delle leggi ma vi rifiutate semplicemente di firmare una liberatoria.

Io non sono medico, non conosco la composizione dei vaccini e non conosco gli eventuali effetti secondari e quindi non devo firmare per prendermi la responsabilità di un prodotto che non ho preparato e non conosco.

Ma puoi fare ancora di più: chiedere alla asl che venga fatto al paziente un test preliminare, anche sul DNA (test che peraltro fanno negli altri paesi europei) per stabilire, prima dell'inoculazione, potenziali allergie o reazioni avverse. La ASL è TENUTA a farlo. Ovviamente con tempi biblici

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Curabitur pharetra dapibus pharetra. Donec interdum eros eu turpis pharetra et hendrerit est ornare. Etiam eu nulla sapien. Nullam ultricies posuere nunc, eget mollis nulla malesuada quis.